Trekking difficoltà media

Maschio d’Ariano (Castelli Romani) – trekking avventuroso tra canyon, ruderi medievali e fonti miracolose – 4 dicembre 2022

    Il Maschio d’Ariano è una delle vette del Monte Artemisio situato nel Parco Regionale dei Castelli Romani. E’ la meta perfetta per chi voglia spingersi a una cima panoramica (quasi 900 m) girando in mezzo alle rovine di un castello e la sua chiesa inglobate dalla natura, i resti di un vicino canyon tufaceo e le tombe dell’età del ferro. Uno spettacolo davvero suggestivo che ci catapulterà in un affascinante viaggio indietro nel tempo. 

    Le 5 Cascate di Cerveteri + Via degli Inferi – trekking rinfrescante con sorpresa finale – 22 maggio 2021

      Le 5 Cascate di Cerveteri è uno dei percorsi più ricchi sia dal punto di vista geologico che quello naturalistico. Una magnifica escursione in un angolo ancora selvaggio e ricco d’acqua, che ci permetterà di ammirare ben cinque cascate, numerose cascatelle e molteplici laghetti.
      Il territorio è percorso da numerosi rivoli e ruscelli presenti nella zona che, con il millenario scorrere delle loro acque, hanno disegnato il terreno dando vita a numerose cascate immerse in una rigogliosa vegetazione.

      Cominceremo il nostro giro dalla Necropoli della Banditaccia e, passando per la suggestiva Via degli Inferi, arriveremo prima alla Cascata dell’Ospedaletto e poi a quella più spettacolare, la Cascata della Mola (o di Castel Giuliano). Continuando il nostro percorso, proseguiremo lungo il Fosso della Mola. La vegetazione qui si fa più rigogliosa e fitta, e continuando con sali-scendi a seguire il corso del torrente, arriveremo alle due cascate più basse, entrambe con un bel laghetto – si tratta della Cascata Braccio di Mare e quella dell’Arenile. Dopo poco il torrente compie una curva alla confluenza con il Fosso Vaccinella, dove troveremo la quinta cascata detta Cascata Vaccinello.

      Cascata di Strozzavolpe, Eremi di Poggio Conte e Ripatonna Cicognina – trekking tra le meraviglie del Fiora – 15 maggio 2022

        E’ arrivato il momento di farvi conoscere la Maremma laziale. E’ attraversata dall’azzurrissimo fiume Flora e, camminando nella sua valle, ci sembrerà di esserci catapultati ai Caraibi! Ma sarà solo l’inizio di innumerevoli sorprese che ci aspettano lungo questo percorso: dagli eremi rupestri, Poggio Conte e Ripatonna Cicognina, incastonati in alto delle rocce vulcaniche, alle innumerevoli cascate e corsi d’acqua. Ecco perché lo abbiamo suddiviso in due parti. Cominceremo il nostro giro proprio dal misterioso Eremo di Poggio Conte e la sua cascata, una grande clessidra di roccia nera, ncastonati in un anfiteatro naturale. Continuando il giro, arriveremo a una delle cascate più belle del Lazio: la Cascata Strozzavolpe. Il suo maestoso “drappeggio” in travertino ci permetterà di osservare la cascata anche da sotto, una sensazione unica e assolutamente imperdibile! Chiuderemo il nostro giro tornando alle macchine a ritroso, dove si potrà scegliere se tornare a casa oppure fare un mini-trekking all’Eremo di Ripatonna Cicognina.
        1) ESCURSIONE PRINCIPALE (11 km, 350 m dislivello)
        2) MINI TREKKING FACOLTATIVO (3 km, 50 m dislivello)

        AL COMPLETO! Cascate del Diavolo ed Eremo di San Michele – trekking naturalistico sulle colline del Monte Tancia – 20 febbraio 2022

          Nel nostro trekking a Roccantica vi abbiamo fatto “assaggiare” una parte dei Monti Sabini con il suo percorso degli eremi. Questa volta vi portiamo nel suo cuore, sulle colline del Monte Tancia (la vetta più alta dei Monti Sabini settentrionali), per scoprire un luogo di bellezza assoluta: le Pozze del Diavolo. Una cascata incastonata nella roccia, con la sua piscina naturale di un verde smeraldo, che ci darà la sensazione di essere stati catapultati ai Caraibi!

          Farfa e Fara Sabina – trekking tra abbazie, eremi e panorami mozzafiato nelle terre Sabine – 14 novembre 2021

            Questo trekking ci porterà a soli 50 km da Roma, nei due borghi nelle terre Sabine – Farfa e Fara Sabina. Cominceremo il nostro giro dalla meravigliosa Abbazia di Farfa, che ci catapulterà nel medioevo con le sue secolari vicissitudini intrecciate ai misteri, per poi dirigerci verso il Monte Aguzzano (489 m). Un panoramico sentiero ci farà apprezzare le bellezze paesaggistiche delle Sabine, mentre Ampelodesmos mauritanicus – erba cespugliosa nota come “tagliamani” – ci accarezzerà, nonostante il nome, lungo il tragitto.

            Le 5 Cascate di Cerveteri + Via degli Inferi – trekking naturalistico alla scoperta delle cascate più alte del Lazio – 5 giugno 2021

              Le 5 Cascate di Cerveteri è uno dei percorsi più ricchi sia dal punto di vista geologico che quello naturalistico. Una magnifica escursione in un angolo ancora selvaggio e ricco d’acqua, che ci permetterà di ammirare ben cinque cascate, numerose cascatelle e molteplici laghetti.
              Il territorio è percorso da numerosi rivoli e ruscelli presenti nella zona che, con il millenario scorrere delle loro acque, hanno disegnato il terreno dando vita a numerose cascate immerse in una rigogliosa vegetazione.

              Cominceremo il nostro giro dalla Necropoli della Banditaccia e, passando per la suggestiva Via degli Inferi, arriveremo prima alla Cascata dell’Ospedaletto e poi a quella più spettacolare, la Cascata della Mola (o di Castel Giuliano). Continuando il nostro percorso, proseguiremo lungo il Fosso della Mola. La vegetazione qui si fa più rigogliosa e fitta, e continuando con sali-scendi a seguire il corso del torrente, arriveremo alle due cascate più basse, entrambe con un bel laghetto – si tratta della Cascata Braccio di Mare e quella dell’Arenile. Dopo poco il torrente compie una curva alla confluenza con il Fosso Vaccinella, dove troveremo la quinta cascata detta Cascata Vaccinello.

              Pozze del Diavolo + Eremo di San Michele – trekking naturalistico sulle colline del Monte Tancia – 9 maggio 2021

                Nel nostro trekking a Roccantica vi abbiamo fatto “assaggiare” una parte dei Monti Sabini con il suo percorso degli eremi. Questa volta vi portiamo nel suo cuore, sulle colline del Monte Tancia (la vetta più alta dei Monti Sabini settentrionali), per scoprire un luogo di bellezza assoluta: le Pozze del Diavolo. Una cascata incastonata nella roccia, con la sua piscina naturale di un verde smeraldo, che ci darà la sensazione di essere stati catapultati ai Caraibi!

                Monte Fogliano + Eremo di San Girolamo – trekking panoramico sul Lago di Vico – 2 maggio 2021

                  Situato nella Riserva naturale Lago di Vico, Monte Fogliano è la cima più alta con i suoi 965 m. E’ ricoperto da una colossale faggeta, estremamente affascinante tutto l’anno, con i suoi silenzi, sentieri colorati di verde, rosso e arancione e meravigliosi panorami sul Lago di Vico. Siamo abituati a vedere faggi a quote decisamente più alte, dai 1000 m in sù, però il Lago di Vico ha un segreto per cui questa faggeta si trova decisamente più in basso, addirittura a 500 metri!

                  Ma la faggeta non è l’unica curiosità che ci regala Monte Fogliano: nel suo interno, ben nascosto dagli occhi dei passanti, si trova un eremo fiabesco! Un romitorio rupestre interamente scavato nella roccia vulcanica e lavorato meticolosamente nel tempo per creare ambienti, ripari, sedili, piattaforme e passaggi. Il luogo fu dimora di Fra Girolamo Gabrielli che, sebbene nato da una nobile famiglia senese, nel 1525 si ritirò in questo luogo. La sua penitenza, ahimé, venne interrotta bruscamente dopo qualche anno e San Girolamo fuggi da Monte Fogliano per tornare a Siena! Perché? Lo scopriremo insieme.

                  Nepi – trekking tra Cascate dei Cavaterra e del Picchio, vie cave e natura selvaggia – 7 marzo 2021

                    Dopo il trekking su Via Amerina di qualche settimana fa, torniamo nella splendida terra dei Falisci per scoprire le altre bellezze naturali e archeologiche. Partiremo dal centro storico di Nepi per ammirare la sua instancabile Cascata dei Cavaterra, per poi inoltrarci nella sua forra, un vero canyon, dove ci aspetta la Cascata del Picchio. Anche se le due cascate distano solamente 170 m in via d’aria, per noi sarà un “giro da capogiro” di qualche chilometro. Cammineremo su un sentiero saliscendi, scavalcheremo qualche tronco e anfratto roccioso, guaderemo in più punti aiutandoci con le corde preinstallate.

                    Farfa e Fara Sabina – trekking tra abbazie, eremi e panorami mozzafiato nelle terre Sabine – 28 febbraio 2021 (2° gruppo)

                      Questo trekking ci porterà a soli 50 km da Roma, nei due borghi nelle terre Sabine – Farfa e Fara Sabina. Cominceremo il nostro giro dalla meravigliosa Abbazia di Farfa, che ci catapulterà nel medioevo con le sue secolari vicissitudini intrecciate ai misteri, per poi dirigerci verso il Monte Aguzzano (489 m). Un panoramico sentiero ci farà apprezzare le bellezze paesaggistiche delle Sabine, mentre Ampelodesmos mauritanicus – erba cespugliosa nota come “tagliamani” – ci accarezzerà, nonostante il nome, lungo il tragitto.